CONTINUA LA RISCOPERTA DELL'ANTICA ANAGNI

Presso il circolo "Acta est fabula" si tenuto il secondo incontro in cui sono state mostrate immagini mai viste del passato scovate dal presidente Emilio Cacciatori

Sabato scorso, alle ore 18,00, presso il circolo Arci "Acta est fabula", si è svolto un incontro tra appassionati di storia patria, nel corso della serata sono state proiettate immagini rarissime e antiche di Anagni. Molti sono intervenuti in una sala affollata, portando anche un contributo nella successiva discussione. La maggior parte delle foto provenivano da lastre in gelatina d’argento custodite presso l’archivio della “British school at Rome”. L'istituto internazionale, fondato a Roma nel 1901, è un centro di ricerca di eccellenza nell’area del Mediterraneo che sostiene il dialogo interdisciplinare tra gli studi umanistici, delle scienze sociali e delle arti. La ricerca viene promossa attraverso l’assegnazione di borse di studio a studiosi e artisti britannici e del Commonwealth, ma si concretizza anche con un programma di mostre di architettura e di arte contemporanea. Le immagini proiettate su schermo gigante, rappresentano due periodi anagnini, il 1896 con scorci delle mura di cinta della città e varie vedute. L’altro periodo riguarda la fine della seconda guerra mondiale (1944-1946), con scorci della zona interessata al bombardamento del 19 marzo 1944. Una ricerca approfondita fatta dai soci della Acta est fabula, ha scoperto che l’autore di queste ultime foto è stato J.B. Ward Perkins, noto studioso americano, aggregato all’esercito Usa, con il grado di colonnello facente parte della sottocommissione alleata per il salvataggio delle opere d’arte durante il conflitto bellico, alla sua figura si è ispirato il regista George Clooney per il film “Monuments men” di prossima uscita nelle sale cinematografiche.