Biomedica Foscama Ferentino: siglato l'accordo nella notte

Tra sindacati, nuova proprieta' e curatela fallimentare

Biomedica Foscama Ferentino: siglato l'accordo nella notte

Siglato nella notte l’accordo tra sindacati, curatela fallimentare e S.P.L. (Special Product’s Line) che salva 40 posti di lavoro alla Biomedica Foscama impegnando la nuova proprietà ad assumere 30 dipendenti entro Aprile, ed i restanti 10 entro il termine della Naspi. L’intesa è stata trovata nella notte dopo una lunga trattativa: “E’ stato scongiurato il rischio che la Biomedica Foscama fosse cancellata dalla storia della farmacia frusinate come impianto di produzione. Le premesse, in questo senso – sottolinea il Segretario Provinciale della UILTEC Frosinone Mauro Piscitelli – c’erano tutte, vista la gestione precedente dell’affittuario. Abbiamo seguito l’istituzione, ovvero il tribunale e senza la sapienza giuridica di chi ci ha guidato non saremo stati in grado di realizzare l’accordo, vista la capacità più di far fallire che di realizzare prodotti farmaceutici da parte del precedente imprenditore, vale a dire Baldassare che proprio nelle ore precedenti era stato dichiarato fallito. La collaborazione ha comportato, anche non senza difficoltà, la capacità di trovare soluzioni tecniche giuridiche adatte a mantenere il sito interessante all’investitore e fare in modo che l’impianto rimanesse adatto alla produzione e non alla speculazione. Un ringraziamento va all’investitore, Dottor Florio, che come già ha dimostrato con la Bioprogress di Anagni, è in grado di vincere le scommesse. Ci sono buone premesse affinché questo avvenga anche a Ferentino partendo dalla valorizzazione delle competenze e professionalità delle maestranze di Biomedica Foscama che hanno imposto l’azienda ciociara tra le più importanti nel settore. Ora ci auguriamo che le cose siano declinate nel modo più ordinato e tranquillo possibile, e che le frustrazioni vengano gestite e non alimentate. Tanto più sarà ordinato il passaggio, tanto prima vedremo realizzato l’investimento. Noi – conclude Piscitelli – lavoreremo affinché si realizzi al più presto l’intero progetto”.