Grande festa per il presidente della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi

Vico Nel Lazio ha reso omaggio al suo illustre concittadino

Grande festa per il presidente della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi

Il piccolo Borgo medioevale di Vico nel Lazio ha accolto con entusiasmo il presidente della corte costituzionale Giorgio Lattanzi. Dopo la deposizione della Corona al Monumento ai caduti, in piazza XXIV Maggio, il numeroso pubblico si è recato in Piazza del Cimintorio, per ascoltare la conferenza dello stesso presidente, sul (tema la costituzione e noi). Prima di prendere la parola, il presidente è stato salutato dal sindaco cav. Claudio guerriero, che a dichiarato di sentirsi orgoglioso di questa visita ufficiale, che rimarrà alla storia di vico nel Lazio come uno dei momenti più significativi.

Sono, quindi, intervenuti alcuni amici di Giorgio, come il dirigente scolastico giulio Giacomini, prima pica, salvatore Iacobelli non che l’avvocato Umberto pallone.

Tutti anno evidenziato le numerose qualità del loro concittadino non che i sui trascorsi giovanili nel piccolo paese ernico, in cui il presidente ancora oggi trascorre diversi periodi dell’anno nella propria casa paterna.

È stata quindi la volta dello stesso presidente, che a ripercorso le tappe attraverso le quali si è arrivati all’elaborazione della costituzione grazie al contributo di persone che, pur di cultura e fede politica diversa, hanno saputo in tempi ristretti trovare una felice sintesi di principi e valori che sono ancora oggi attuali.

Lattanzi ha evidenziato come la nostra costituzione sia stata pensata come una “ piramide rovesciata” , con alla base la persona, attorno alla quale sviluppare l’architettura dello stato. Quest’ultimo quindi al servizio della persona e non viceversa.

Ha poi proseguito, tra l’altro, illustrando il ruolo della costituzione nel dirimere le controversie tra stato e regioni, non che nel verificare la costituzionalità delle leggi.

Al termine, lo scambio dei doni e la festa popolare in Piazza Vittorio Emanuele con la banda Musicale di Vico e il Gruppo folk le 25 Torri.

La cerimonia si è svolta alla prese nza delle più alte autorità della provincia di Frosinone, presenti numerosi avvocati, non che tutti i parroci i nativi di Vico con a capo l’attuale Parroco Don Luigi Battisti, tutto sotto la supervisione del cerimoniere del Presidente, inoltre erano presenti tutte le associazioni di Vico e anche l’associazione carabinieri in Concedo.