SINEAMORE

Torna in scena alla Sala della Ragione l'opera scritta e ideata dalla Compagnia laboratorio Toc di Monica Fiorentini

Dopo il debutto di giugno e la replica della scorsa settimana a Paliano, sabato 21 Dicembre (ore 21) torna ad Anagni, presso la Sala della Ragione, Sineamore, spettacolo scritto e ideato dalla Compagnia laboratorio Toc di Monica Fiorentini, una pièce teatrale che nasce dall'esperienza laboratoriale degli allievi-interpreti, divenuti anche autori dei testi, incentrato sul tema Swiss Cartier Replica dell'emarginazione. Tredici personaggi, tredici storie di disagio sociale, familiare, umano. Disagio che conduce inesorabilmente all’espulsione dalla società, alla vita sulla strada. L'opera più che uno spettacolo è uno studio teatrale sul tema dell’emarginazione, dove il confine che separa una vita “rispettabile e dignitosa” dalla vita sulla strada, risulta piuttosto labile. Ognuno, nel difficile contesto attuale, può trovarsi a valicare la frontiera. Gli interpreti-autori, nel corso del laboratorio condotto dalla regista Monica Fiorentini hanno cercato dentro sé stessi la loro emarginazione possibile e l’hanno sposata ed espressa attraverso la sintesi teatrale. Sineamore è dunque un viaggio tra ciò che si è e ciò che si potrebbe essere in una condizione di difficoltà. E ciò che trapela non è un messaggio moralistico, un giudizio, una denuncia, ma uno spaccato di vita in condizioni d’emergenza, simbolico e parossistico. La Sala della Ragione si trasforma per una sera a dimora dei senzatetto, traditi dal mondo e da se stessi, in cerca di riscatto e pronti ad emozionare il pubblico con poesia e verità. 

SineAmore, regia di Monica Fiorentini. Testo degli interpreti, con Mauro Ascenzi, Jessica Bisante, Isaura Bruni, Alessia Onorati, Emanuele Capecelatro, Patrizia Cesari, Anna Maria Conti, Andrea Di Palma, Martino Fiorentini, Franco Stazi, Nuccia Trento, Serena Sansoni, Stefano Serra. Costumi di Isaura Bruni. Disegno Luci di Mauro Fanoni