FIORITO SFIDUCIATO, E'

Con 9 voti su 17 l'incarico di capogruppo affidato a Francesco Battistoni ma l'ex sindaco di Anagni non s'arrende

FIORITO SFIDUCIATO, E'

Con 9 voti su 17 il gruppo del Pdl alla Pisana ha sfiduciato Franco Fiorito dal ruolo di capogruppo alla Regione Lazio nominando al suo posto Francesco Battistoni. Uno scossone forse annunciato ma che non per questo risulta meno rumoroso. Non poteva quindi mancare il via a una dura lotta che vedrà in prima linea l'ex sindaco di Anagni tutt'altro rassegnato alla decisione presa dai suoi colleghi. Non si sono infatti fatte attendere le reazioni dell'interessato: ''Il capogruppo del Pdl alla Pisana sono ancora io. La nomina di Battistoni è illegittima''. Ha affermato scagliandosi poi contro il presidente del consiglio regionale definito da Fiorito ''personaggio inaffidabile'', per il quale ''non sussistono più le condizioni affinché possa proseguire a ricoprire questo ruolo'', quindi a sua volta sfiduciato, in qualche modo, dall'ex capogruppo. “Faccio fatica a dover rispondere a uno che più che a un politico somiglia a un manichino di Zara, che non ha avuto nemmeno gli attributi per chiedere la convocazione formale del gruppo, così come previsto dal regolamento, che certamente ignora”. Cosi Franco Fiorito replica alla sostituzione del capogruppo regionale Pdl del Lazio fatta dal consigliere De Romanis. ''Qualcuno spieghi a De Romanis - aggiunge - che non solo i consiglieri devono essere convocati con un preciso ordine del giorno, ma anche quelli che da lui dissentono debbono avere la possibilità di discutere e soprattutto esprimere il proprio voto. Cosa che è stata palesemente negata ad almeno otto membri del gruppo. Su questo ho già dato mandato ai miei legali di intervenire con una diffida e con un esposto immediato alla magistratura penale e contabile''. Da parte sua Carlo De Romanis, che si è definito “presidente vicario” del gruppo: “Il Pdl, che Fiorito lo voglia o meno, ha un nuovo capogruppo: Battistoni' e ha ricordato le “divergenze irreparabili” con la gestione Fiorito. “E’ stato proprio Fiorito - ha dichiarato De Romanis - a sfidarci a raccogliere le 9 firme necessarie a sfiduciarlo. E noi lo abbiamo fatto”. Da parte sua, la governatrice Renata Polverini ha mantenuto una posizione ecumenica: “Mi auguro che il Pdl, in un momento così difficile - ha detto -, sappia ritrovare quell'unità che è necessaria per portare avanti le azioni che dobbiamo mettere in campo nel Lazio”. Per il 30 è prevista una riunione  di gruppo in cui non mancheranno certo i momenti di tensione.

Panerai Replica