Pernigotti: Mantegazza boccia i propositi dell'azienda

Secondo la Uila dalla proprieta' dichiarazioni inaccettabili

Pernigotti: Mantegazza boccia i propositi dell'azienda

"Rimaniamo allibiti dalle dichiarazioni dell'azienda che sembrano smentire quanto reso noto da palazzo chigi; vogliamo, inoltre, chiarire alla proprieta' che il tempo della servitu' della gleba e degli operai ceduti insieme alle linee di produzione e', per fortuna finito, almeno nel nostro paese", afferma il segretario generale UILA Stefano Mantegazza riguardo - spiega la Uila - alle affermazioni della proprieta' turca che precisa che ne' il marchio ne' la societa' sono in vendita e conferma la volonta' di terziarizzare in italia la produzione. "i lavoratori sono in assemblea permanente dall'inizio di novembre e non percepiscono alcuna retribuzione. per questo al governo chiediamo chiarezza in merito alla tempistica e alle modalita' operative della cassa integrazione nonche' garanzie sull'impegno, manifestato anche dal vicepremier di maio, a ricercare ogni iniziativa utile per la cessione della azienda e del suo marchio ad un unico acquirente", prosegue Mantegazza, "infine ribadiamo la necessita' di intervenire in tempi stretti con la presentazione della legge che leghi i marchi storici ai territori e agli impianti produttivi", conclude il sindacalista.