Accordo Nafta-bis, il Presidente Copagri si appella all'Europa

Da Verrascina il monito per una politica economica piu' attiva

Accordo Nafta-bis, il Presidente Copagri si appella all'Europa

Il Presidente Copagri Franco Verrascina sferza l’Europa richiamandola ad una maggiore vivacità e voglia di puntare sugli accordi commerciali e sulla semplificazione e regolamentazione del commercio globale per poter sfruttare le enormi possibilita' derivanti da intese bilaterali, o come nel caso di Stati Uniti, Canada e Massico trilaterali. Mentre in Nord America si chiude il Nafta-bis, il Vecchio Continente resta a guardare. L'accordo commerciale di libero scambio prevede l'eliminazione delle barriere tariffarie e la progressiva rimozione dei dazi doganali tra i tre paesi: "Il nuovo accordo denominato 'Usmca' e raggiunto dopo oltre un anno di complessi negoziati – spiega il numero uno Copagri – rischia di causare ripercussioni anche sul nostro export agroalimentare, soprattutto alla luce del fatto che grazie ad esso il Canada ridurra' le tariffe sui prodotti lattiero caseari importati dagli Usa, garantira' nuove quote di entrata per uova e pollame e consentira' un maggiore accesso ai propri mercati ai produttori di vino statunitensi. Di fronte a questo fervore commerciale internazionale l’Europa, e l’Italia per quel che ci riguarda, non possono continuare a stare fermi”.