Quattro milioni di euro per la promozione dell'agroalimentare laziale

A stanziarli e' stata la Regione Lazio

Quattro milioni di euro per la promozione dell'agroalimentare laziale

La giunta regionale del Lazio ha approvato, per la prima volta, un piano di promozione agroalimentare pluriennale, per il triennio 2019-2021 con uno stanziamento complessivo di 4 milioni di euro.

L'iniziativa è partita dal nuovo assessorato regionale all'Agricoltura, promozione della filiera e della cultura del cibo, ambiente e risorse naturali guidato da Enrica Onorati. L'idea è quella di promuovere a 360 gradi il Lazio, integrandolo trasversalmente con la promozione turistica, lo sviluppo di economie sostenibili, la cultura e l'innovazione.

Come ha dichiarato l'assessore, la cultura del cibo, intesa come legame tra i prodotti tipici e tradizionali, l'arte culinaria, il paesaggio, i territori e l'identità culturale del Lazio, è strategica e un programma di promozione e valorizzazione triennale ha come obiettivo non solo il raggiungimento di economie di scala, ottimizzando l'utilizzo delle risorse finanziarie previste, ma anche quello di essere un importante strumento di pianificazione a sostegno e beneficio delle nostre filiere produttive.

Il programma sarà attuato in collaborazione con Arsial, l'agenzia regionale per lo sviluppo e l'innovazione in agricoltura del Lazio.

Attualmente le iniziative promozionali previste, compatibilmente alla disponibilità di spazi in fiera sono Fruit Logistica a Berlino, Biofach a Norimberga, Vinitaly & Sol a Verona, Tuttofood a Milano, Cheese a Bra, Anuga a Colonia per il 2019 2020 e 2021.

Mentre nel 2020 sono previsti  Prowein a Dusseldorf, Cibus a Parma, Salone del Gusto a Torino, Sial a Parigi.