"LA MANIFESTAZIONE PER GRAZIANI UN'OFFESA"

Lo dichiara la deputata del Pd e membro della commissione Lavoro e Politiche dell’Unione europea, Monica Gregori

“Considero la manifestazione di commemorazione del gerarca fascista Rodolfo Graziani, prevista ad Affile per il prossimo 29 Giugno, un’offesa a coloro che hanno dato la vita per la libertà, in quanto Graziani è già stato condannato in passato per gravi crimini di guerra. Si tratta di un vero e proprio affronto nei confronti dello Stato, visto che il Governo si è già espresso in materia, evidenziando le palesi illegittimità nel comportamento del Comune di Affile. È altrettanto grave il fatto che alla manifestazione parteciperanno personaggi vicino al mondo dell’eversione come Augusto Sinagra - legale di fiducia di Licio Gelli, capo della Loggia P2 - e Mario Merlino, indagato per la strage di Piazza Fontana. Oggi interverrò in Aula chiedendo alla presidenza di sollecitare il prefetto al fine di annullare l'autorizzazione concessa per la manifestazione; a tale proposito già è stata inviata una lettera allo stesso  firmata da me ed altri deputati, chiedendo la revoca dell'autorizzazione in quanto la manifestazione aumenterebbe le tensioni sociali già esistenti e verificatesi negli ultimi due mesi nel territorio della Valle dell’Aniene. Condanno la decisione di tenere tale manifestazione,  trattandosi di un tentativo di revisionismo storico che distorce la realtà dei fatti e infanga la memoria delle vittime del fascismo". Lo dichiara Monica Gregori, deputata del Pd e membro della commissione Lavoro e Politiche dell’Unione europea.