OPERAZIONE ANTI PROSTITUZIONE

Perquisiti quindici appartamenti. I carabinieri hanno segnalato quindici prostitute di varie nazionalitā. L'attivitā si č resa necessaria soprattutto a seguito di due recenti episodi in cui sono rimaste vittime di rapina altrettante meretrici

Nella serata di ieri e fino a notte fonda, in Cassino, i militari della Compagnia hanno effettuato un servizio coordinato finalizzato al contrasto della prostituzione. La specifica attività, oltre che per accertare eventuali reati connessi al favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, è finalizzata a verificare eventuali responsabilità a carico dei proprietari degli immobili concessi in affitto. Il fenomeno, che negli ultimi tempi sta destando preoccupazione negli abitanti di quel centro, è particolarmente evidente presso alcuni condomini, con la presenza di numerose giovani donne di varie nazionalità soprattutto dominicane, brasiliane, ucraine, albanesi, dedite al meretricio e molte delle quali residenti o domiciliate in città. Nel corso del controllo si è proceduto a verificare la regolarità dei documenti delle meretrici, in relazione alla loro permanenza sul territorio italiano, Repliche Rolex nonché i contratti di affitto degli immobili. Tale attività, che non può essere considerata definitiva e si accorda con l’intensificata azione di controllo del territorio già in atto per il contrasto dei fenomeni criminosi più sentiti dalla cittadinanza, si è resa necessaria soprattutto a seguito di due recenti episodi in cui sono rimaste vittime di rapina, altrettante meretrici. Nel corso del dispositivo sono stati controllati 15 appartamenti ed identificate 15 meretrici di varia nazionalità.