Pratiche sleali in agricoltura: la Commissione Europea vota contro

No alle cancellazioni last minute degli ordini e al ritardo nei pagamenti

Pratiche sleali in agricoltura: la Commissione Europea vota contro

"La Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo ha votato con una schiacciante maggioranza la messa al bando delle pratiche commerciali sleali nella filiera agroalimentare, dimostrando ancora una volta che l'Europa non e' il problema, ma la soluzione ai problemi". Ad annuncia Paolo De Castro, primo vicepresidente della commissione agricoltura del parlamento UE e relatore sulla proposta di vietare le pratiche sleali nella catena alimentare: "Il voto della Comagri - 38 a favore, 4 contrari e 2 astenuti - e' la dimostrazione che quando in Europa si fa squadra lavorando in modo costruttivo, si portano a casa i risultati: abbiamo detto no alla cancellazione last minute degli ordini, ai ritardi nei pagamenti ai fornitori, alle modifiche unilaterali dei contratti, ai mancati pagamenti ai fornitori per la merce invenduta. Spetta ora alla commissione europea e al consiglio dei ministri UE fare la loro parte".