L'agricoltura per la rinascita dei territori colpiti dal sisma come il Maceratese

Cosi' il presidente Copagri Verrascina in vista della Festa dell'Agricoltura

L'agricoltura per la rinascita dei territori colpiti dal sisma come il Maceratese

"L'agricoltura può fare da volano per la rinascita dei territori colpiti dal sisma" come il Maceratese dove, dal 5 al 7 ottobre all'Abbadia di Fiastra (Tolentino), si svolgerà la 7/a edizione di "Agricoltura in Festa", festa di Copagri. Lo ha detto ad Ancona il presidente nazionale Franco Verrascina presentando l'evento: 50 aziende in vetrina, laboratori del gusto, degustazioni ma anche, il 5 ottobre al Castello della Rancia, un convegno su "Agricoltura 4.0 - Blockchain ed analisi isotopica - la nuova frontiera per la tracciabilità dei prodotti made in Italy". Verrascina porterà a Tolentino il Consiglio nazionale Copagri per un "segnale di vicinanza alle popolazioni". "Bisogna partire dal territorio che ha bisogno di rinascita - ha osservato Verrascina - Alle aziende impegnate in tutti i settori produttivi va data una risposta per la redditività". "Bisogna evitare che i produttori riprendano a piangere", ha chiosato ricordando le lacrime degli allevatori durante l'inaugurazione di una stalla a Visso.

Durante la manifestazione si terrà l'11/a Mostra mercato prodotti agricoli e artigianali del Centro Italia. Il 6 ottobre è prevista una tavola rotonda al Castello della Rancia su "Agricoltura e turismo enogastronomico per la rinascita del territorio", condotta dal vice direttore del Tg5 Giuseppe De Filippi, introdotta dal presidente Copagri Marche Giovanni Bernardini: vi parteciperanno anche Verrascina, la vice presidente della Regione Anna Casini e Alessio Cavicchi docente di Marketing Agroalimentare e Agribusiness dell'Università di Camerino.

foto Ansa