IL GENERALE MARUCCIA IN VISITA AL COMANDO PROVINCIALE

L'alto ufficiale ha consegnato poi degli encomi semplici ai sottonotati militari che si sono particolarmente distinti in occasione di brillanti operazioni di servizio

Il Generale di Brigata dei Carabinieri Gaetano Maruccia, Comandante della Legione Carabinieri “Lazio”, ha visitato, oggi, il Comando provinciale di Frosinone. L’alto ufficiale ricevuto dal Comandante Provinciale Colonnello Antonio Menga, nell’occasione ha incontrato il Prefetto di Frosinone, Eugenio Soldà’ e una rappresentanza dell’Associazione nazionale dei Carabinieri in congedo. Il Generale Maruccia ha consegnato poi degli encomi semplici ai sottonotati militari di questo Comando provinciale che si sono particolarmente distinti in occasione di brillanti operazioni di servizio:

Ten. Col. Fernando Maisto, Comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Frosinone,  con la seguente motivazione:

-          Comandante di Reparto Operativo, dando prova di non comune capacità investigativa e notevole determinazione, dirigeva, partecipandovi personalmente in tutte le fasi più delicate, complessa attività d’indagine che consentiva di disarticolare un’associazione per delinquere finalizzata alla turbata libertà degli incanti, concussione, corruzione e falsità ideologica. L’operazione si concludeva con l’esecuzione di otto O.C.C.C. e il sequestro di beni mobili e immobili per un valore complessivo di circa 6.000.000 di Euro.

Mar.A.s.UPS Salvatore Strusciolo;

Mar.A.s.UPS Vincenzo Elia;

Mar. Ca. Roberto Benini.

Motivazione:

-          Dando prova di elevata professionalità, notevole acume investigativo e lodevole dedizione, fornivano determinante contributo a complessiva attività d’indagine che consentiva di disarticolare un’associazione per delinquere finalizzata alla turbata libertà degli incanti, concussione, corruzione e falsità ideologica. L’operazione si concludeva con l’esecuzione di otto  O.C.C.C. e il sequestro di beni mobili e immobili per un valore complessivo di circa 6.000.000 di euro.  

Luogotenente Marco Conetta;

Mar.A.s.Ups Massimo Polletta.

Motivazione:

-          Comandante di Aliquota Radiomobile di Compagnia distaccata/comandante di Stazione capoluogo in sede vacante, evidenziando elevata professionalità, alto senso del dovere e non comune iniziativa, fornivano determinante contributo al salvataggio di un uomo che, con chiari propositi suicidi, intendeva lanciarsi da un cornicione della propria abitazione.

 
Luogotenente Marcello Colella;

Mar. Ca. Antonio De Crescenzo;

Mar. Ca. Dario Poggiani;

Mar. Ca. Domenico Serpico;

Ø App. Massimo RECCHIA:

Motivazione:

-          Comandante e addetti a Nucleo Operativo Radiomobile/Comandante di Stazione distaccata, dando prova di elevata professionalità, notevole acume investigativo e lodevole dedizione, forniva determinante contributo a complessa attività d’indagine che consentiva di disarticolare due gruppi criminali responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, incendio doloso e truffa. L’operazione si concludeva con l’arresto di cinque persone, l’esecuzione di sedici provvedimenti restrittivi e il sequestro di gr. 100 circa di cocaina, tre cartucce e materiale vario per la pesatura e il confezionamento della droga.

 
Luogotenente Gianni Mastantuoni;

Mar.A.s.UPS Patrizio Vellucci.

Motivazione:

-          Addetti a Nucleo Operativo e Radiomobile di Compagnia distaccata, dando prova di elevata professionalità, notevole acume investigativo e spirito di sacrificio, conducevano complesse indagini che consentivano di disarticolare quattro sodalizi criminali variamente responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti e associazione per delinquere finalizzata alla spendita di monete falsificate, possesso e fabbricazione illegale di documenti d’identità. Le operazioni si concludevano con l’arresto di 23 persone, la denuncia in stato di libertà di altre otto e il sequestro di numerose dosi di droga e certificazione varia comprovante l’illecita attività. 

Nel successivo rapporto tenuto al personale alla presenza di tutti gli Ufficiali comandanti e di una rappresentanza delle Compagnie e Stazioni della Provincia nonché del CO.BA.R. (Comitato Base di Rappresentanza), il Comandante della Legione si è soffermato sull’importante funzione svolta dai Carabinieri nella costante presenza e visibilità sul territorio attraverso i Comandi di Stazione, il cui obiettivo primario è quello di garantire sicurezza anche e soprattutto attraverso il costante contatto con i cittadini. Il Comandante Provinciale Colonnello Antonio Mengaha ringraziato il Comandante della Legione per la sensibilità e disponibilità nei confronti del personale e per l’attenzione all’attività operativa che i Carabinieri svolgono in ciociaria.

 

COMPAGNIA DI CASSINO
Domenica 15 Dicembre 2013 nella suggestiva cornice del Palazzo Ducale di Atina, si è tenuta la manifestazione conclusiva del “Progetto Sicurezza”, organizzato dall’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo - Sezione Valcomino, che ha coinvolto numerosissimi alunni della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di Primo Grado della Valle. Durante l’evento, che ha richiamato un folto pubblico, sono state premiate le classi che hanno partecipato al concorso indetto dalla stessa Associazione presieduta dal Carabiniere Aus. Soave Carmine, che prevedeva la realizzazione di elaborati tesi ad analizzare il fenomeno del bullismo sotto ogni sfaccettatura. Tutti i lavori premiati si sono distinti  per l’originalità e competenza ed hanno mostrato impegno e interesse per il tema proposto non solo degli alunni che hanno lavorato con uno spirito di vera collaborazione e per uno scopo comune ma dei loro docenti e dei Dirigenti Scolastici i quali, quotidianamente, esplicano la loro funzione educativa anche attraverso la lotta verso ogni tipo di devianza che possa colpire gli adolescenti nel loro cammino di crescita. Molta soddisfazione è stata espressa dai Dirigenti scolastici presenti, Dott.ssa Monti e Dott.ssa Bologna, sull’iniziativa che ha permesso alla scuola di affrontare il difficile tema della sicurezza dei propri alunni con il supporto di chi, da sempre, si batte per sconfiggere ogni forma di illegalità e cioè l’Arma dei Carabinieri. L’Arma, infatti, nell’ambito del più ampio progetto “Cultura e Legalità, promosso dal C.G.A. presso le scuole pubbliche, ha messo a disposizione la sua competenza ed esperienza, rispondendo alle numerose domande dei ragazzi e testimoniando, così, il loro continuo impegno nella tutela dei cittadini di ogni età, con azioni finalizzate a rinforzare la capacità critica dei giovani di fronte ai pericoli della società. Agli incontri con i studenti hanno partecipato i Comandanti delle  Compagnia di Sora  e Cassino (Cap. Ciro Laudonia e Ten. Massimo Esposito), coadiuvati dai Comandanti di Stazione della Valcomino.  Sono intervenuti inoltre  i Sindaci dell’intera Valle di Comino, nonché delle varie associazione combattentistiche della stessa Valle e numerosi soci dell’AnC. La manifestazione si è conclusa nell’adiacente chiesa di Santa Maria Assunta, con la celebrazione di una messa.